Parco Cervi, Rimini. Arrestato cittadino marocchino per spaccio di stupefacenti. Processato vieni rimesso in libertà con divieto di dimora nella provincia

Continua l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi: anche nelle ultime 24 ore i servizi preventivi e repressivi, intensificati secondo le linee guida impartite dal Comandante Provinciale, Ten. Col. Giuseppe Sportelli, hanno dato i loro frutti portando all’arresto in flagranza di T.A.A., cittadino marocchino classe 1997, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. Il giovane è stato sorpreso all’interno del Parco Cervi, nei pressi dell’Arco di Augusto, mentre stava cedendo un grammo di marijuana ad un giovane del posto, ricevendo in cambio la somma di euro 5. La successiva perquisizione personale consentiva di rinvenire, occultati nei boxer, ulteriori 11 grammi della medesima sostanza. Il tutto è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso. Il giovane, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in stato di arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Rimini Via Flaminia in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Al termine dell’udienza di convalida, svoltasi nel corso della mattinata odierna, l’uomo è rimesso in libertà e sottoposto al divieto di dimora dalla provincia di Rimini.

I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione allo specifico settore organizzando periodicamente analoghi servizi preventivi e repressivi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.