Rimini. 400 evasi dal carcere durante gli scontri a Tripoli: fra loro anche Giulio Lolli?

Circa 400 detenuti sono evasi dopo una rivolta in un carcere in un sobborgo meridionale di Tripoli, teatro di violenti scontri tra milizie rivali, a causa dei quali il governo ha dichiarato lo stato d’emergenza. Lo ha riferito la polizia. “I detenuti sono riusciti a forzare le porte e andarsene”, mentre i combattimenti tra le milizie rivali imperversavano vicino alla prigione di Ain Zara. Molti dei detenuti di Ain Zara sono stati condannati per reati comuni o sono sostenitori di Muammar Gheddafi, ucciso nel 2011. Proprio in questo carcere è detenuto Giulio Lolli perché accusato di traffico d’armi. Potrebbe dunque essere nuovamente evaso: quel che è certo è che nessuno sa nulla al momento di che fine abbia fatto.