Rimini. A confronto sulla rigenerazione urbana: la case history di Rimini all’attenzione delle Agenzie di Urbanistica francesi

La case history di Rimini, dalla visione del Piano strategico al cambiamento in atto, è stato il tema dell’incontro che ha visto oggi a Rimini la presenza di una delegazione composta da 28 componenti delle Agenzie di Urbanistica francesi, in questi giorni in Emilia Romagna per approfondire i temi della pianificazione strategica e confrontare le esperienze legate allo sviluppo e rigenerazione urbana.Ogni anno infatti la Federation Nationale des Agences d’Urbanisme (FNAU) sceglie un Paese o una Regione per confrontare le diverse politiche in campo di pianificazione del territorio: la scelta quest’anno è caduta sull’Emilia Romagna ed è stata individuata la Città di Rimini come case history.

La visita a Rimini, alla quale hanno partecipato Jean Rottner (Presidente FNAU e Presidente della Regione Grand-Est), Sonia de la Provote (Presidente dell’Agenzia di Caen e Senatrice della Repubblica); Nathalie Motsch (Presidente dell’Agenzia di Pau-Bayonne) Emmanuel Couet (Presidente dell’Agenzia di Rennes e Presidente della Città Metropolitana di Rennes), Hugo Bévort (Direttore delle strategie territoriali del Commissariato Generale all’Uguaglianza dei Territori) e Giuseppe Bettoni (Professore all’Università di Roma “Tor Vergata” e titolare dei corsi di Geografia economica-politica), è iniziata in Residenza Comunale, con la presentazione da parte del presidente de Forum Rimini Venture Maurizio Ermeti della pianificazione strategica della città: dalla nascita del Piano strategico, per individuare uno sviluppo della città a medio periodo attraverso gli asset importanti del territorio, alla definizione del Masterplan, fino ad entrare nei dettagli dei grandi progetti che traducono la vision e che sono in pieno svolgimento: il Parco del Mare, la valorizzazione del centro storico attraverso i contenitori culturali, il Piano di salvaguardia della balneazione.
Progetti che la delegazione poi ha potuto scoprire con i propri occhi: la visita infatti è proseguita al Teatro Galli, per poi passare nei luoghi del Museo Fellini (Castel Sismondo, Piazza Malatesta, Cinema Fulgor), fino a Piazzale Kennedy, simbolo del Piano di salvaguardia della balneazione.
Ad accompagnarli gli assessori Anna Montini e Giampiero Piscaglia.
I rappresentanti delle agenzie di urbanistica francesi hanno manifestato grande interesse per i progetti avviati e in corso e hanno chiesto di poter mantenere un rapporto per continuare nel confronto tra le reciproche esperienze.