Rimini. Anche un famoso notaio nella rete della banda dell’usura

Un prestito da 250mila euro con tassi al 120%: nella rete della banda che faceva usura c’è anche un famoso notaio riminese. Scattata così la richiesta di rinvio a giudizio per due uomini e una donna che avrebbero praticato tassi usurari a otto persone incassando poco meno di un milione di euro dalle vittime accertate. Oltre al notaio figurano imprenditori e avvocati che si erano rivolti al gruppo in un momento di difficoltà.