Rimini. Incidente con una volante Polizia. Arrestato questa notte nomade di 27 anni che non si era nemmeno fermato al controllo all’altezza di Italia in Miniatura

Alle ore 1.40 di stanotte, gli operatori un equipaggio di volante, insospettiti dal transito di un’autovettura – Fiat Palio di colore bianco – il cui conducente guidava in modo irregolare mentre transitava sulla SS16 Adriatica all’altezza dell’Italia in Miniatura, decidevano di fermarla – dando l’alt – per poi procedere al controllo degli occupanti. L’azione dell’equipaggio di volante ha generato una reazione da parte del conducente della Fiat Palio che, accelerava il mezzo svoltando in via Orsoleto direzione monte. Vista la chiara volontà di sottrarsi al controllo di polizia, l’equipaggio di volante si poneva all’inseguimento attivando i sistemi acustici di emergenza ed intimando con altoparlante di fermare il mezzo. Proprio in via Orsoleto il conducente della macchina in fuga manteneva una velocità tale da creare forti situazioni di pericoloso, soprattutto per le altre autovetture che giungevano in direzione opposta e, proprio per questo motivo, gli operatori di polizia in inseguimento evitavano nel modo più assoluto di creare ulteriori pericoli nel cercare di forzare il blocco, rimanendo a distanza in attesa dell’arrivo di altre volanti.

Il conducente della Fiat Palio proseguiva la sua fuga in periferia e in via Marecchiese, a Corpolò, nel tentativo di forzare il sorpasso da parte dei poliziotti, sterzava impattando la volante e, perdendo il controllo del mezzo, carambolava nel fosso. I due occupanti della Fiato Palio tentavano di scappare a piedi in due direzioni diverse ma venivano raggiunti dai poliziotti, anche se uno di questi riusciva a divincolarsi reagendo con calci e pugni, per poi far perdere le sue tracce. Anche con il sopraggiungere di altre volanti il predetto fuggitivo non veniva trovato. 

Dagli accertamenti effettuati la Fiat Palio è intestata ad una nomade dimorante in un campo nomadi di Rimini ed il conducente fermato, di anni 27, parente della stessa famiglia, è stato tratto in arresto per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Il successivo controllo al campo nomadi nel tentativo di intercettare il soggetto fuggito dava esito negativo. Sul posto i rilievi dell’incidente stradale venivano svolti dai Carabinieri di Rimini, mentre personale della Polizia Stradale di Riccione elevava le sanzioni al Codice della Strada per la guida sconsiderata che il conducente della Fiat Palio aveva condotto dal momento della richiesta di fermo, sino al sinistro stradale.

L’arrestato, noto alle forze dell’ordine per i precedenti di polizia, sarà giudicato con rito direttissimo fissato nella mattinata odierna.