Rimini. Condannati a 9 anni e 8 mesi i tre africani minorenni stupratori di Miramare

Aveva chiesta clemenza un avvocato dei tre marocchini protagonisti assieme al 20enne congolese Guerlin Butungu, già stato condannato dal tribunale di Rimini a 16 anni, degli stupri di Miramare dello scorso agosto 2017 invece il gup Luigi Martello del Tribunale per i minori di Bologna li ha condannati con rito abbreviato, dopo un’ora di camera di consiglio, a 9 anni e 8 mesi.

Il PM per i tre minori, due fratelli marocchini di 15 e 17 anni e un nigeriano di 16, aveva chiesto 12 anni. Come riporta l’Ansa i tre sono stati ritenuti responsabili di tutti gli otto capi di imputazione che gli venivano contestati: lo stupro a una turista polacca, le botte ad un connazionale, la seconda violenza sessuale ai danni di una prostituta trans peruviana e anche un’aggressione a un’altra coppia, nei giorni precedenti; sarebbe andata diversamente se fossero stati maggiorenni.

L’avvocato Marco Defendini, difensore dei due fratelli, prima di entrare in aula aveva detto “è un processo sulla pena, sulla responsabilità c’è poco da dire“. Secondo i legali, i tre minori avrebbero compreso la gravità dei fatti e le loro colpe.