Rimini. Dopo gli spari di pistola scatta allarme terrorismo

http://caminitoartstudio.com/Home_Page.php I colpi di pistola al Ponte Tiberio hanno spaventato tutti, facendo scattare l’allarme terrorismo. Succede anche questo: con famiglie terrorizzate e gente pronta a trovare rifugio. Vengono persino schierati gli esperti dell’anti terrorismo e scattano i protocolli previsti in situazioni del genere. A sparare i tre colpi in acqua da una piccola barca è una ragazza 23enne nativa di Modena, ma da tempo domiciliata a Rimini, in stato di alterazione psicofisica dovuta ad alcol e psicofarmaci ha con sé una semiautomatica Glock 19. Viene quindi disarmata senza riusciere a spiegare che cosa le fosse passato per il cervello e dove avesse preso quella pistola. E’ stata così denunciata per ricettazione, porto abusivo di arma da fuoco, spari pericolosi in luogo pubblico e procurato allarme. Ora è in carcere in attesa di essere sentita dal magistrato.