Rimini. Furti in auto tra Foggia, Rimini e Taranto: arresti

E’ in corso nelle province di Ascoli Piceno, Foggia e Chieti un’importante operazione dei carabinieri di Ascoli con arresti in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare. Decine di militari contestano agli arrestati, originari del Foggiano, l’associazione per delinquere finalizzata ai furti e alla ricettazione di autovetture, avvenuti nel corso dell’ultimo anno, lungo tutta la costiera adriatica da Rimini a Taranto.

Sono 15 le persone destinatarie di misure cautelari in esecuzione di un’ordinanza del gip presso il Tribunale di Ascoli Piceno, nell’operazione dei carabinieri in corso ad Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), Cerignola (Foggia), Vasto (Chieti).

In cinque casi si tratta di custodia in carcere, negli altri 10 di obbligo di dimora. I destinatari delle misure, chieste dalla Procura di Ascoli Piceno, sono ritenuti responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata ai furti di vetture ed alla ricettazione di parti di esse; concorso in furto e tentato furto aggravato e continuato di autovetture. Le indagini sono cominciate nel 2017 quando nella provincia di Ascoli Piceno vennero registrati numerosi furti di autovetture, caratterizzati da un medesimo «modus operandi». Decine le vetture rubate. Maggiori dettagli sull’operazione saranno forniti nel corso di una conferenza stampa alle 11 presso il Comando Provinciale Carabinieri di Ascoli Piceno.

I reati sarebbero avvenuti nell’ultimo anno, lungo  tutta la costiera adriatica da Rimini a Taranto.