Rimini. Giovanissime tentano furto alle Befane: pizzicate e denunciate

Ieri su disposizione della Sala Operativa una volante è stata inviata in via Caduti di Nassirya, presso il centro commerciale “Le Befane” per un tentato furto aggravato commesso da due giovani ragazze. Giunti sul posto i poliziotti identificavano le ragazze, due diciottenni, una originaria della Albania e l’altra originaria della Romania le quali ammettevano di aver danneggiato gli antitaccheggi e di aver tentato di appropriarsi di alcuni capi di abbigliamento. A dare l’allarme è stata una commessa di un negozio sito all’interno del centro commerciale, la quale riferiva di aver notato le due giovani accedere al camerino del suo negozio con in spalle due zainetti. Quando le due uscivano dai camerini, la stessa faceva un controllo al locale e notava un anti taccheggio occultato sotto uno sgabello. Immediatamente raggiungeva le ragazze, che già erano uscite dal negozio, e chiedeva loro spiegazioni; queste ammettevano di aver staccato un antitaccheggio dalla maglia, in vendita al negozio Calliope, e di averla nascosta in uno zaino. La commessa chiedeva alle ragazze di farle vedere il contenuto dei due zaini e si accorgeva che all’interno vi erano altri capi d’abbigliamento di altre attività commerciali attigue. La commessa così, presi contatti con la sua titolare, faceva pagare il corrispettivo della maglia e conduceva le giovani presso un negozio lì vicino, da dove contattava la Polizia di Stato. Accompagnate in Questura per le formalità di rito le due giovani, incensurate, venivano denunciate in stato di libertà per il reato di tentato furto aggravato in concorso.