Rimini. I carabinieri colpiscono al cuore lo spaccio

go Teatro degli “affari” la zona tra via Montescudo e via Coriano, alla Gaiofana con due gruppi di spacciatori pronti persino a collaborare tra di loro. Poi le foto postate sui vari profili Facebook, con i componenti dei due gruppi di pusher a cena o alle feste insieme. E come spesso accade galeotti furono proprio i social che li hanno incastrati. I dieci tunisini (uno è morto lo scorso anno in seguito ad un incidente stradale) sono finiti nel mirino dei carabinieri del nucleo oeprativo della Compagnia di Rimini. Così ieri mattina cinque magrebini (uno a Godo, due a Lido Adriano, uno a Ravenna e l’altro a Villa Verucchio) sono stati arrestati e portati in carcere. Altri cinque risultano latitanti mentre al napoletano è stata applicata la misura dell’obbligo di firma. Ne loro curriculum criminale ben duemila cessioni di eroina, con un prezzo che variava dai 20 ai 45 euro al grammo. Numeri che dovrebbero dare il metro dell’importanza dell’operazione ‘Panoramic 2’. Complimenti ai carabinieri che hanno inferto un colpo durissimo al cuore dello spaccio.