RIMINI. Il 31 Agosto la prima ‘Cena in bianco’ in piazza Cavour. 

Giovedì 31 Agosto Rimini avrà la sua prima Cena in Bianco in Piazza Cavour. L’evento, aperto a tutti, prevede che gli ospiti rispettino alcune regole: portare tutto l’occorrente, dal tavolo al cibo, apparecchiare e sparecchiare senza lasciare rifiuti, mantenere un comportamento corretto, educato e rispettoso il tutto rigorosamente in total whiteLa Cena in Bianco è organizzata da ADMO Emilia-Romagna ONLUS, si inserisce in Match it Now, evento nazionale che vuole sebsibilizzare sull’importanza della donazione del midollo osseo.

COME NASCE IL CONCEPT CENA IN BIANCO

Antonella Bentivoglio d’Afflitto, 51 anni, è la donna delle «unconventional dinner»: le cene in cui migliaia di persone vestite di bianco apparecchiano la tavola in parchi e piazze, trasformando un pezzo di città in un salotto sotto alle stelle. La prima è nata a Torino in Piazzetta Reale, con un esordio di 21 invitati iniziali che in pochi giorni sono diventati 2.400. Oggi le «white dinner» sono 187: si sono diffuse in tutta Italia, da Venezia a Roma, da Napoli a Biella, e vedono la partecipazione di circa 300 mila persone. E l’anno scorso a Venaria Reale, in provincia di Torino, è stato battuto il record di 21 mila presenze per la cena in bianco più grande d’Europa. 

LE REGOLE DELLA ‘CENA IN BIANCO’

  1. La vostra tavola è stretta? Riempitela sempre di più. Non abbiate paura di osare, poiché il vostro allestimento più ricco sarà più suggestivo risulterà. Giocate con le altezze degli elementi con i quali deciderete di decorare la tavola, selezionando alti portacandele, alzatine per dolci, calici in vetro e una base verde per spezzare la monocromia.
  2. La plastica è bandita alla cena in bianco, quindi spazio a ceramica e vetro. Se avete voglia di un centrotavola semplice ma d’effetto scegliere vasi di vetro di diverse forme e dimensioni e selezionate una manciate di rami colorati e fiori profumati per una delicatissima punta di colore.
  3. Le candele sono ammesse a dismisura, ma se avete voglia di sorprendere i vostri ospiti preparate le prolunghe e sfoggiate le più belle lampade da tavolo che avete tra le mura di casa. Se lo spazio ve lo consente alternatele con piccoli vasi di verde ornamentale e il gioco è fatto.
  4. I palloncini, tendenzialmente ad elio, non mancano (quasi) mai sulla tavola in bianco. È straordinario legarne uno ad ogni sedia, quasi come a dare un benvenuto personale ad ogni ospite che avrà il compito al termine della cena di lasciarlo volare esprimendo un desiderio.
  5. Parola d’ordine? Bianco, certamente, ma anche romanticismo! Accogliete sulla tavola i fiori più dolci, così come lunghi runner di pizzo bianco, elementi così delicati da intridere l’atmosfera di armonia.


Andrea Barlocco 

abarlocco@giornaledirimini.com