Rimini. Il comune stanzia 73.000 euro per i migranti

In aiuto coi compiti di scuola, lezioni di italiano o sostegno sociale per i giovani migranti, con 73.000 euro. E’ lo stanziamento deciso dal Comune di Rimini per l’intercultura a scuola, una cifra che si aggiunge ai 109.000 euro gia’ erogati dalla Regione Emilia-Romagna. L’anno passato sono state 1.607 le ore di lezione svolte dagli 871 iscritti ai 33 corsi attivati per la scuola di italiano della Casa dell’intercultura di via Toni. Una presenza, quella degli immigrati nelle scuole riminesi, che e’ in crescita numericamente ma che e’ sempre piu’ integrata anche grazie ad azioni trasversali di sostegno, come quelle gia’ avviate per l’approfondimento della lingua italiana o per l’aiuto nello svolgimento dei compiti. “L’intercultura rappresenta un’opportunita’ per la scuola e la societa’”, commenta Gloria Lisi, vicesindaco con delega alla Protezione sociale del Comune di Rimini. Si tratta di esperienze e progetti “ormai strutturati che vedono nella Casa dell’intercultura un importante centro di coordinamento”. Questo perche’ integrare “le famiglie straniere che lavorano da anni nel nostro territorio significa aumentare la qualita’ del tessuto sociale della nostra citta’ nel suo complesso”. Anche per questo, la vicesindaco ha aderito a “Ero straniero, l’umanità’ fa bene” la proposta di legge di iniziativa popolare per nuove norme sull’inclusione sociale di cittadini stranieri”. Dire.it