Rimini. Molestatore di minorenni sul bus alla sbarra

Partito con rito abbreviato il processo all’autista del bus accusato di avere molestato due studentesse. La prima ad accusarlo era stata l’amica della figlia, una 17enne di Santarcangelo. La quale aveva raccontato ai carabinieri di come l’uomo, di origine albanese, l’avesse palpeggiata nelle parti intime. Qualche tempo dopo era arrivata un’altra denuncia analoga, sempre ai danni di una minorenne, questa volta di Cattolica. L’uomo era stato così arrestato dai carabinieri per violenza sessuale. Non finisce qui perché una volta venuta a sapere questi fatti, la moglie del soggetto aveva preso coraggio e aveva raccontato ai militari dei maltrattamenti che aveva subito per anni. Processi dunque riunificati e tutto al rinviato marzo del 2019.