Rimini. OPERAZIONE RAIL SAFE DAY – COMPORTAMENTI ANOMALI IN AMBITO FERROVIARIO.

Nella giornata di ieri, mercoledì 22 maggio 2019, il personale del Compartimento della Polizia Ferroviaria per l’Emilia Romagna è stato impiegato nella 4^ giornata dell’operazione disposta dal Servizio di Polizia Ferroviaria, denominata “Rail Safe Day”.

 

L’operazione, estesa a tutto il territorio della regione Emilia Romagna, ha visto nel corso delle 24 ore l’impiego di 130 uomini della Specialità Ferroviaria, che hanno controllato 73 località tra stazioni F.S. ed altri siti, ed hanno identificato 556 persone.

L’ iniziativa consiste in una serie di controlli straordinari in ambito ferroviario, e gli agenti Polfer impiegati hanno effettuato il servizio predisposto proprio con l’obbiettivo di prevenire il verificarsi di tutti quei comportamenti anomali ed impropri, come ad esempio la pericolosa presenza di persone sulle linee ferroviarie nei pressi di passaggi a livello, così come l’attraversamento incauto dei binari anche in presenza delle sbarre del passaggio al livello abbassate, oppure l’oltrepassare la linea “gialla” in stazione per la realizzazione di “SELFIE”, che in alcune situazioni sono sfociati in eventi tragici.

A volte, infatti, la fretta di chi deve raggiungere il luogo di lavoro in orario, o il semplice spirito di sfida dell’adolescente, possono avere esiti tragici, che la Polizia Ferroviaria è chiamata a scongiurare.

La sola Sezione Polfer di Rimini ha impiegato 18 operatori, che hanno controllato 6 luoghi interessati, ed identificato 115 persone; nessuna sanzione è stata elevata, a riprova del fatto che l’azione di prevenzione ed il ripetersi di tali servizi funge da efficace deterrente alle condotte potenzialmente pericolose.