Rimini. POLIZIA DI STATO: CONTROLLI NELLA ZONA DELLA STAZIONE FERROVIARIA 1 ARRESTO E 6 DENUNCE

POLIZIA DI STATO: CONTROLLI NELLA ZONA DELLA STAZIONE FERROVIARIA

1 ARRESTO E 6 DENUNCE

 

PROSEGUONO, DA PARTE DELLA POLIZIA DI STATO, I CONTROLLI FINALIZZATI A PREVENIRE E A CONTRASTARE FENOMENI DI DEGRADO URBANO, REATI CONTRO LA PERSONA ED IL PATRIMONIO, LO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, NONCHÉ A VERIFICARE L’OSSERVANZA DA PARTE DI CITTADINI STRANIERI DEL RISPETTO DELLA VIGENTE NORMATIVA INERENTE L’INGRESSO E LA PERMANENZA SUL TERRITORIO NAZIONALE.

 

NELL’AMBITO DI TALI SERVIZI, COORDINATI DAL DIRIGENTE DELL’UFFICIO PREVENZIONE GENERALE E SOCCORSO PUBBLICO DELLA QUESTURA, VICE QUESTORE AGGIUNTO CRISTIAN MAGLIARISI, IL PERSONALE DELLE VOLANTI, CON L’AUSILIO DEGLI EQUIPAGGI DEL REPARTO PREVENZIONE CRIMINE E CON IL CONCORSO DI EQUIPAGGI DELLA SQUADRA MOBILE, HA EFFETTUATO NEL CORSO DELLA SETTIMANA APPENA TRASCORSA UNO SPECIFICO SERVIZIO DI CONTROLLO DEL TERRITORIO NEI PRESSI DELLA LOCALE STAZIONE FERROVIARIA, CONCENTRANDO IN PARTICOLAR MODO L’ATTENZIONE ALLA ZONA ANTISTANTE LA STAZIONE (DOVE VI SONO ALCUNI ESERCIZI COMMERCIALI GIÀ OGGETTO DI SEGNALAZIONE), LA LIMITROFA ZONA DOVE INSISTONO LE FERMATE DEI BUS URBANI, L’AREA DEGLI UFFICI IAT E L’AREA DEL SOTTOPASSO CHE PORTA A MARINA CENTRO.

 

I RISULTATI OPERATIVI NON SONO MANCATI: NELL’AMBITO DEI 27 CONTROLLI PREDISPOSTI ED ESEGUITI NEL CORSO DELLA SETTIMANA, SONO STATE OLTRE 245 LE PERSONE IDENTIFICATE, DI CUI 1 TRATTA IN ARRESTO PER SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, ALTRE 6 DENUNCIATE, TRA CUI 4 CITTADINI STRANIERI TROVATI IN POSIZIONE IRREGOLARE SUL TERRITORIO NAZIONALE, NEI CUI CONFRONTI L’UFFICIO IMMIGRAZIONE DELLA QUESTURA HA SUBITO PREDISPOSTO ED ESEGUITO IL PROVVEDIMENTO DI ESPULSIONE DAL TERRITORIO NAZIONALE CON CONTESTUALE ACCOMPAGNAMENTO PRESSO I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE ED ESPULSIONE E DUE DENUNCIATI ITALIANI PER INOSSERVANZA DEL FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO.

 

GLI AGENTI HANNO INOLTRE RINTRACCIATO UN CITTADINO TUNISINO SOTTOPOSTO A DIVIETO DI DIMORA CHE È STATO DENUNCIATO PER POSSESSO INGIUSTIFICATO DI OGGETTI ATTI A OFFENDERE: PER LUI È STATA CHIESTO L’AGGRAVAMENTO DELLA MISURA CAUTELARE IN ESSERE.

 

L’ARRESTO PER SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, EFFETTUATO DA UNA PATTUGLIA DELLA SQUADRA MOBILE, HA RIGUARDATO UN 26ENNE DI ORIGINE ALBANESE.

 

ERANO CIRCA LE 16,00 QUANDO UNA PATTUGLIA DELLA “MOBILE” HA NOTATO NEI PRESSI DELLA STAZIONE FERROVIARIA UN’AUTOVETTURA IL CUI CONDUCENTE, DOPO ESSERSI FERMATO A BORDO STRADA, HA PRESO IL TELEFONO ED HA EFFETTUATO UNA CHIAMATA, GUARDANDOSI INTORNO COME SE VOLESSE CERCARE QUALCUNO CON LO SGUARDO.-

 

IN EFFETTI, A CIRCA DIECI METRI DI DISTANZA, GLI AGENTI HANNO NOTATO LA PRESENZA DI UN ALTRO GIOVANE CON IL TELEFONO IN MANO IL QUALE, DOPO UN BREVE COLLOQUIO AL CELLULARE, SI È DIRETTO VERSO L’AUTOVETTURA AVVICINANDOSI AL FINESTRINO LATO GUIDATORE.-

 

A QUEL PUNTO IL CONDUCENTE SI È ABBASSATO ALL’INTERNO DEL MEZZO, ESTRAENDO QUALCOSA DALLA CONSOLLE CENTRALE; GLI INVESTIGATORI, INTUITO CHE STESSE, PROBABILMENTE PERFEZIONANDOSI UNA CESSIONE DI STUPEFACENTE, HANNO DECISO DI INTERVENIRE, BLOCCANDO I DUE GIOVANI ED ANCHE UNA TERZA PERSONA – UNA RAGAZZA – SEDUTA NELLA MACCHINA ACCANTO AL GUIDATORE.-

 

NEL TENTATIVO DI OCCULTARE LA DROGA IL GIOVANE ALLA GUIDA HA GETTATO NELL’ABITACOLO IL PICCOLO INVOLUCRO CHE TENEVA IN MANO, MOSSA PERÒ NON SFUGGITA AGLI AGENTI CHE LO HANNO RECUPERATO NELLA PARTE POSTERIORE DEL MEZZO E CHE HA RIVELATO CONTENERE EFFETTIVAMENTE DELLO STUPEFACENTE DEL TIPO COCAINA PER UN TOTALE DI TRE DOSI.-

 

UNA ULTERIORE PERQUISIZIONE DEL MEZZO HA PERMESSO DI RINVENIRE E SEQUESTRARE ALTRO STUPEFACENTE – SEMPRE COCAINA – CONTENUTO IN UN OVETTO KINDER PER UN TOTALE DI 12 DOSI.-

 

IL GIOVANE CHE SI ERA AVVICINATO PER ACQUISTARE LA DROGA HA AMMESSO DI ESSERE LÌ PROPRIO PER TALE MOTIVO, FORNENDO LE CONVERSAZIONI CHE AVEVA INTRATTENUTO TRAMITE WHATSAPP CON LO SPACCIATORE, DOVE LE DOSI DI COCAINA VENIVANO DEFINITE “BIRRE” E DI AVERGLI NELL’OCCASIONE ORDINATO “TRE BIRRE”.-

 

AL 26ENNE GLI AGENTI HANNO PURE SEQUESTRATO UNA SOMMA DI DENARO PARI A 220 EURO, TROVATA NELLA SUA DISPONIBILITÀ NEL CORSO DELLA PERQUISIZIONE, POICHÉ RITENUTA PROVENTO DI PREGRESSA ATTIVITÀ DI SPACCIO.-

 

LA RAGAZZA CHE ERA CON LUI IN MACCHINA È RISULTATA ESTRANEA AI FATTI E PER QUESTO NEI SUOI CONFRONTI NON SONO STATI ADOTTATI PROVVEDIMENTI.-

 

AL TERMINE DELLE ATTIVITÀ IL GIOVANE È STATO DICHIARATO IN ARRESTO PER SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI E CONDOTTO PRESSO LE CAMERE DI SICUREZZA DELLA QUESTURA, IN ATTESA DEL PROCESSO PER DIRETTISSIMA PREVISTO NELLA MATTINATA ODIERNA, AL TERMINE DEL QUALE IL GIOVANE È STATO CONDANNATO A 5 MESI DI RECLUSIONE ED 800 EURO DI MULTA.-

 

LE ATTIVITÀ DELLA QUESTURA HANNO CONSENTITO INOLTRE DI CONTROLLARE 41 VEICOLI NELL’AMBITO DELLE DECINE DI POSTI DI BLOCCO PREDISPOSTI LUNGO LE PRINCIPALI VIE DI COMUNICAZIONE E DI ELEVARE N°11 SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DEL CODICE DELLA STRADA.

 

I SERVIZI PROSEGUIRANNO ANCHE NEI PROSSIMI GIORNI.-