Rimini. Rintracciato un 33enne, originario della Tunisia, nei cui confronti era stata emessa dal Tribunale di Rimini, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere

Personale della Sezione Volanti dell’ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico di Rimini, a seguito di una specifica attività di controllo del territorio nella zona di Borgo Marina, ha rintracciato un 33enne, originario della Tunisia, nei cui confronti era stata emessa dal Tribunale di Rimini, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Nel febbraio u.s., gli era stata applicata la misura del divieto di dimora nel territorio delle regioni Emilia Romagna e Marche, in sostituzione di quella cautelare in carcere.

L’uomo però, assolutamente indifferente alla misura coercitiva applicatagli, in data 14 aprile u.s., è stato trovato in possesso di un discreto quantitativo di droga già suddiviso in dosi, elementi indicativi della destinazione a cessione di terzi e per questo tratto in arresto.

Per questo specifico episodio era stato poi processato per direttissima, nel corso della quale aveva patteggiato la pena.

Il Giudice, visto il concreto attuale e specifico pericolo di reiterazione criminosa, ha così applicato, in sostituzione della misura cautelare del divieto di dimora nel territorio emiliano-romagnolo e marchigiano, quella della custodia cautelare in carcere.

Una volta notificata l’ordinanza, l’uomo è stato condotto in carcere.-