Rimini. Si amputa un dito durante la lezione al Centro Zavatta. Corsa in ospedale per “riattaccarlo”

Grave incidente ieri mattina nell’aula laboratorio della scuola professionale Enaip Centro “Zavatta” di Rimini. Un allievo non ancora diciassettenne si è ferito a una mano con una fresa utilizzata per il taglio di una lastra di alluminio.

Il giovane aveva già finito il proprio lavoro quando si è avvicinato a un compagno, forse per suggerirgli un modo per completare l’esercitazione al meglio o semplicemente per scherzare con lui. Evidentemente però, per distrazione o imprudenza, si è avvicinato troppo alla fresa: la lama gli ha reciso di netto la prima falange del pollice sinistro. Al momento del drammatico incidente, avvenuto attorno alle 11.30, nell’aula laboratorio erano presenti altri sedici allievi, l’insegnante e un tutor. Stavano lavorando al particolare e affilato strumento nell’ambito del programma del proprio corso di formazione professionali che prevede delle esercitazioni pratiche. Il ferito, che ha perso molto sangue, ha cominciato a gridare e molti dei ragazzi presenti in aula sono rimasti sotto choc. Il docente ha provveduto chiamare immediatamente i soccorsi. Nel giro di pochissimi minuti è intervenuta un’ambulanza del 118. La falange “perduta ” è stata subito raccolta e conservata sotto ghiaccio. Dopo una prima visita medica all’ospedale Infermi di Rimini il giovane paziente è stato trasferito d’urgenza al policlinico di Modena, centro considerato all’avanguardia in Italia nella chirurgia della mano.(…) Corriere Romagna