Rimini. Subisce le “corna” e per “indennizzo” ricatta il rivale chiedendogli soldi e il pagamento del mutuo della casa

Rischia un processo per tentata estorsione un albanese di 37 anni tradito dalla moglie. E proprio dopo aver scoperto il tradimento ha provato a ricattare l’amante della donna, un riminese. L’albanese si era presentato anche sul luogo di lavoro del rivale minacciandolo di morte se non gli avesse dato dei soldi e pagato il mutuo della casa. Questo insomma sarebbe stato il modo di “scusarsi” per le “corna” patite. Ma la escalation di minacce si è fatta sempre più pressante, tanto che la vittima si è rivolta ai carabinieri. Dopo le indagini per il 37enne è scattata la richiesta di giudizio immediato.