Rimini. Usa il fatto di essere incinta per picchiare dipendenti Ausl: madre denunciata

Madre marocchina, di 29 anni, con quattro figli e in attesa di un quinto, chiede di vedere l’assistente sociale all’Ausl ma quando scopre che l’appuntamento era stato fissato per il giorno precedente e che dunque lo aveva mancato, ha cominciato a perdere il controllo. La donna ha cominciato a devastare l’ufficio e urlare. E mentre picchiava chi provava a fermarli ha persino usato il fatto di essere incinta come scudo, intimando di non toccarla. In questo modo tuttavia gli impiegati sono stati picchiato e persino morsi. Come nulla fosse alla fine la marocchina se ne è andata. E mentre gli impiegati Ausl finiscono al pronto soccorso, è la polizia a dover indentificare la donna denunciata per danneggiamento e lesioni.