Salvini ora accelera per il voto “Vedrò alleati di centrodestra”

Lunedì verrà calendarizzata molto probabilmente la sfiducia presentata dal Carroccio sul premier Giuseppe Conte. Il vicepremier mette il piede sull’acceleratore e di fatto pensa già alle possibili alleanze per la nuova tornata elettorale. In questo momento il gioco delle alleanze può essere determinante sia in chiave sfiducia su Conte sia in chiave voto antiicpato. E così proprio il leader della Lega ha annunciato che nei prossimi giorni incontrerà gli alleati del centrodestra. Quel centrodestra con cui la Lega governa in diverse regioni italiane e in diverse amministrazioni locali. Dalla Sicilia Salvini mette in agenda un incontro probabilmente con i leader di Fratelli d’Italia e Forza Italia per fare il punto sulla situazione: “In vista delle elezioni regionali “già la prossima settimana mi incontrerò con gli alleati del centrodestra e sicuramente parleremo anche d’altro”.

Salvini ha ricordato che presto si voterà in alcune regioni e “l’alleanza di centrodestra che ha vinto negli ultimi mesi dovrà concordare assieme candidati e programmi“. Ha sentito per telefono esponenti del centrodestra?, gli è stato chiesto. “Non ho sentito nessuno, ma conto di vederli presto” considerando appunto che “tra poco” si vota in Umbria, in Emilia romagna e poi anche Marche”. E il campo moderato è sempre più orientato ad andare alle urne ma a condizione che venga siglato un accordo elettorale nel centrodestra prima che si aprano i seggi per il voto. Un punto questo molto chiaro su cui si è espresso qualche giorno fa il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi: “Sottoscriviamo un accordo prima del voto per regalare un nuovo sogno agli italiani, scriviamo un programma tutti insieme, scegliamo le donne e gli uomini migliori, mettiamo subito in campo la squadra dei sì”. Posizione questa sostenuta anche da Giorgia Meloni che ha chiesto un patto di governo a Salvini prima delle elezioni. Insomma la macchina elettorale pian piano si mette in moto. Lunedì sarà decisivo l’appuntamento della capigruppo al Senato per capire in che direzione sta andando questa crisi scoppiata in un agosto rovente.