San Marino. Incidente mortale alla Cotes. Muore Salvatore Bascucci frontaliere di Santarcangelo, aveva 55 anni

Aveva 55 anni Salvatore Bascucci, frontaliere italiano di Santarcangelo che lavorava nella ditta COTES TELECOMUNICAZIONI Spa di Strada degli Angariari di Roverata, nota società sammarinese che si occupa del cablaggio dei cavi anche per lo stato sammarinese e da sempre di proprietà di una delle più potenti famiglie sammarinesi; quella dei Terenzi.

Salvatore è morto sul lavoro, ieri pomeriggio verso le 18,30, orrendamente stritolato tra due ruote di un camion in manovra nel piazzale antistante la palazzina uffici della Cotes. L’autista in manovra non si è accorto di lui e il crudele destino ha fatto il suo corso.

Da una prima ricostruzione della Polizia Civile di San Marino, sopraggiunta quasi immediatamente sul luogo della tragedia, nel piazzale della ditta di telecomunicazioni si stava movimentando dei materiali con un camion di medie dimensioni. Sia l’autista che lo stesso Salvatore non si sarebbero accorti l’uno dell’altro, anche perché il deceduto era di spalle, e a rimetterci andando tra due ruote è stato proprio lui. Di qui la tragedia che ha scosso tutti i dipendenti presenti. Dopo pochi minuti è arrivata l’ambulanza dal vicino ospedale di stato di San Marino e portato immediatamente in pronto soccorso un’intera equipe di medici ha prestato le loro cure a Salvatore. Ma oramai non c’era più nulla da fare e l’operaio romagnolo è morto subito dopo l’arrivo lasciando una profonda tristezza sia ai suoi colleghi e a chi ha tentato in tutti i modi di salvarlo, purtroppo non riuscendoci.